Articoli taggati con ‘yunnan’

  • LE DONNE MOSUO E IL LORO POTERE

    Apr 8, 16 • PolePole • Cina, culturandoNo CommentsRead More »

    Spesso il nostro lavoro ci porta a conoscere delle realtà cosi lontane dalle nostre, che sembrano quasi surreali. L’altro giorno mi sono ritrovata a immaginare come possa svolgersi la vita nella tribù dei Mosuo che vive nella provincia dello Yunnan (Cina), sulle rive del Lago Lugo. Questa popolazione, la cui etnografia segue l’impronta tibetana, è resa davvero unica dal proprio sistema sociale. Esso si basa quasi esclusivamente su una struttura matriarcale, dove si vive tutti insieme in famiglie estese, dai nonni e nipoti, a figli e zii. Qui le donne hanno la decisione quasi su tutto, ereditano i beni familiari e gestiscono gli affari. Insieme alle sorelle amministrano tutta la vita familiare. Qui le giovani donne scelgono i loro partner, durante la celebrazione della dea dell’Amore “Gan mu”. Il prescelto non ha diritto di convivenza. In questa etnia si pratica lo “zou hun”, ovvero il matrimonio-passeggiata. La donna è libera di cambiare partner quando vuole, e quando decide ciò, fa trovare la finestra chiusa. Già, qui gli uomini per entrare nella stanza della donna non possono passare dalla porta di ingresso della casa, ma devono entrare e uscire dalla finestra! Il matrimonio quindi in questa società non esiste, le coppie non sono legate da nessun tipo di relazione economica, i figli sono cresciuti dalla famiglia della madre e il padre non ha il diritto di essere presentato al figlio fino a

  • Festa degli spruzzi d’acqua

    Mag 12, 13 • Shanti • Asia, celebrando, CinaNo CommentsRead More »
    festa spruzzi

    Chi l’avrebbe mai detto che un bel gavettone portasse fortuna? Così viene creduto dall’etnia Dai che a Xishuangbanna, nella provincia cinese dello Yunnan, festeggia la festa degli Spruzzi d’Acqua. Essa si tiene in occasione delle celebrazioni del Capodanno della minoranza Dai, intorno alla metà di aprile, in questa zona della Cina meridionale al confine con Laos e Thailandia. La baldoria dura ben tre giorni: si passa da una gara delle barche a forma di drago lungo il fiume Lancang; alle sfilate per le strade della città; oppure alla creazione di sculture di sabbia da parte di artisti locali. Al termine della seconda giornata vengono inoltre liberate delle lanterne sul fiume, per allontanare la cattiva sorte dell’anno vecchio. Il clou però si scatena al terzo giorno quando le strade vengono praticamente invase da persone armate di secchi, gavettoni e pistole ad acqua per scatenarsi in questa festa. Il motto è: più si torna a casa fradici e più si avrà fortuna nell’anno nuovo!

un blog per raccontare un mondo di curiosità tra popoli, culture e paesaggi, dedicato a chi ama viaggiare.

↓ More ↓