Archivio - Categoria ‘esplorando’

  • ISLANDA VIAGGIO LOW COST PER GRANDI E BAMBINI

    Feb 21, 17 • PolePole • esplorando, Islanda, itinerando, naturandoNo CommentsRead More »

    In queste giornate fredde, dove l’unica cosa che si vorrebbe fare è rimanere sotto al piumone, sicuramente state già pensando a dove trascorrere le prossime vacanze estive. È vero, vi parlerò di una destinazione non propriamente calda, l’abbigliamento termico e antivento è fondamentale, ma vi potrete portare con voi anche il costume da bagno! Ebbene si oggi vi voglio parlare di una terra affascinante, che vi lascerà senza parole, l’Islanda. Terra di fuoco, ghiaccio e acqua. Un Paese in grado di regalare emozioni forti al cuore e alla vista. Un susseguirsi di panorami, colori e bellezze naturalistiche cosi diverse tra loro che lasceranno ogni persona incredula. L’Islanda è sicuramente una destinazione costosa, ma se continuerete a leggere scoprirete che è possibile visitarla senza spendere cifre elevate. Innanzitutto, data la sua poca disponibilità ricettiva, conviene prenotare con largo anticipo sia i voli, l’auto a noleggio che le guesthouse. Questo vi permette di avere maggiore scelta a prezzi migliori. Per i voli vi consiglio assolutamente la compagnia aerea low cost islandese Wow Air, l’unica che ha voli diretti da Milano. Il volo costa circa 400,00 euro a persona, con bagaglio incluso. Per l’auto a noleggio ci sono molte compagnie, il costo per una semplice auto senza troppe pretese è di circa 70 euro al giorno. Noi ad esempio avevamo preso una Hyundai I10 che ci ha permesso di fare tutto il giro

  • Sri Lanka, una sorpresa inaspettata !

    Gen 20, 17 • Shanti • culturando, esplorando, Sri LankaNo CommentsRead More »

    Avete mai pensato ad un viaggio in Sri Lanka? Se non avete a disposizione moltissimo tempo, non volete recarvi troppo lontano e soprattutto desiderate un po’ di caldo, perché non pensare ad un viaggio nella terra di Ceylon. Io stessa ne sono rimasta piacevolmente sorpresa!! Il periodo migliore per visitare l’intera isola va da gennaio a marzo. Se invece volete solo dedicarvi alla costa orientale potete anche partire da maggio a settembre. Gli itinerari classici prevedono sicuramente di soggiornare nel centro dell’isola in località come Habarana, Dambulla o Sigirya (io consiglio di dormire qui, è un villaggio davvero piccolo immerso nella natura, ma vi sembrerà di stare completamente fuori dal mondo!). Da qui si parte per raggiungere la rocca di Sigirya, il bellissimo tempio nella roccia di Dambulla e poi i siti archeologici di Polonnaruwa e Anuradhapura. Per visitare Sigirya meglio arrivare al mattino presto o nel tardo pomeriggio per evitare la lunga coda per salire sulla cima e soprattutto per non soffrire troppo il caldo. Per Polonnaruwa e Anuradhapura è molto suggestivo noleggiare una bicicletta per vagare fra le rovine, i templi e i dagoba. Dato che i siti sono molto estesi, munitevi di cartina per non perdervi e anche di un pranzo al sacco dato che all’interno del complesso archeologico non ci sono molti posti in cui pranzare. Se siete amanti della natura, non lontano da Polonnaruwa, si

  • Mete interessanti per il ponte dell’Immacolata

    Siete a corto di idee per il ponte dell’Immacolata? Senza dubbio suggeriamo una visita a Londra. Con l’uscita della Gran Bretagna dalla comunità europea il valore della sterlina si è abbassata, e ora vale quasi quanto un euro. Perché allora non approfittarne per andare a fare uno sfrenato shopping natalizio? Dopo esservi sentiti come Vivian su Rodeo Drive (Pretty Woman), rilassatevi a teatro per assistere ad uno dei tanti musical che la capitale inglese offre. Anche i biglietti saranno più economici! Se decidete di partire con i vostri bambini non potete assolutamente perdervi un vero must, The Gruffalo (Il Gruffalò), il mostro credulone che diverte, con le sue buffe storie, ogni bambino! Se invece le temperature fredde di questi giorni, che ci hanno presi tutti davvero impreparati, non fanno assolutamente per voi, potreste pensare di raggiungere la bellissima città di Valencia. La sua posizione sul mare le permette di godere di un clima mite tutto l’anno, il sole è presente circa 300 giorni l’anno! Tra edifici futuristici e monumenti storici risalenti all’epoca dei Mori, non perdetevi una visita ai musei, al parco Jardines del Real dove si trova anche un piccolo zoo o alla spettacolare Città della Scienza. Ovviamente non dimenticatevi il mercato dell’artigianato locale dove poter acquistare qualche piccolo dono da mettere sotto l’albero. Se invece siete amanti dei Paesi nordici e vi piace immergervi nell’atmosfera natalizia, vi consigliamo Copenaghen. Tra

  • ALTIPIANI ANDINI PARTE PRIMA: ARGENTINA

    Lug 8, 16 • Shanti • Argentina, celebrando, culturando, esplorandoNo CommentsRead More »

      Il periodo migliore per visitare la zona degli altipiani andini di Argentina, Bolivia e Cile è sicuramente l’inverno australe. Non c’è possibilità di trovare piogge, i cieli sono limpidi e l’aria pulita…l’unico tasto dolente è il freddo che, a 4000 metri di altitudine si fa sentire. Non preoccupatevi, le basse temperature però verranno ripagate appieno dalla bellezza degli scenari, a dir poco unici. Il mio ultimo viaggio alla scoperta degli altipiani dell’America Latina parte dall’Argentina (qui la zona degli altipiani si chiama Puna), nella zona che fa parte del NOA (Nord Oeste). Di gran lunga meno nota della Patagonia, anche il Nord Ovest è in grado di offrire moltissimi spunti di interesse: qui non solo l’aspetto naturalistico ha il suo perché, ma anche quello culturale ed etnografico non è da meno. Prima di tutto da non perdere la visita alla “linda” Salta, cittadina coloniale con la sua bella piazza, il convento di San Bernardo e il MAAM (Museo Archeologico di Alta Montagna), dove sono presenti le mummie di tre bambini Inca conservatesi nel ghiaccio dal XV sec.  Lasciata Salta si inizia a salire verso nord per raggiungere la provincia di Jujuy: scenari spettacolari che ricordano il far west, con cactus (qui chiamati cardones), terra rossa e canyon. Bellissimi sono il Cerro de Siete Colores, nella Quebrada di Purmamarca oppure il Cerro dell’Hornocal, nella Quebrada di Humahuaca: montagne che sembrano letteralmente dipinte!

  • CALIFORNIA: QUASI 5000 KM DI PERCORSI..A PIEDI

    Mag 17, 16 • PolePole • esplorando, itinerando, naturando, UsaNo CommentsRead More »

    Si sa, la California è sempre una delle mete che tutti, prima o poi, vogliono visitare. È set di numerosi film e serie televisive. Offre tantissime opportunità di svago: mare, parchi, città e aree vinicole. Ma pochi sanno che è uno Stato che regala splendidi percorsi agli amanti dell’escursionismo. Il National Park Service, che è l’ente federale statunitense incaricato della gestione dei Parchi nazionali, dei Monumenti nazionali e di altri luoghi protetti, proprio quest’anno festeggerà il suo centenario. Il territorio californiano, con i suoi  nove parchi nazionali e gli oltre venticinque parchi statali, offre migliaia di sentieri e percorsi di tutti i livelli, per un totale di 4900 km. Pronti quindi a infilarsi un paio di scarpe comode e partire per lunghe passeggiate, totalmente immersi nella natura? Ecco qui alcuni degli itinerari da non perdere per ammirare panorami mozzafiato. Il California National Historic Trail. Questo sentiero, è stato riconosciuto nel 1992 per il suo valore storico, ed ha avuto un ruolo fondamentale per lo sviluppo del commercio e delle vie di comunicazione. Attraversando dieci stati americani (fra cui ad esempio Utah, Nevada e Idaho), segue le orme dei pionieri che raggiunsero i giacimenti d’oro e le ricche terre della California a metà del XIX secolo. Questo percorso quindi permette, a chi lo percorre, di conoscere anche la storia e la cultura degli Stati Uniti. Il Pacific Crest National Scenic Trail è un

  • FESTIVAL DELLE BALENE DI HERMANUS

    Apr 19, 16 • Shanti • culturando, esplorando, Sri Lanka, SudafricaNo CommentsRead More »

    Appassionati di Whale Whatching? Ma lo sapete che in Sudafrica ogni anno da ormai 25 anni si svolge il “Two Oceans Hermanus Whale Festival”? Hermanus, affacciata sulla bella Walker Bay, è uno dei migliori posti al mondo dove avvistare le balene che si recano qui durante l’inverno e la primavera australi. Perché non festeggiare questo emozionante momento con un festival dedicato a questi straordinari cetacei? A fine settembre la cittadina sudafricana celebra questo spettacolo della natura con concerti, mercatini di artigianato locale e rappresentazioni teatrali. Ovviamente non manca la possibilità di avvistare le numerosissime balene dalla spiaggia, dagli scogli oppure con vere e proprie escursioni in barca. Un’esperienza unica e irripetibile!

  • NATALE A MIAMI

    Gen 11, 16 • Shanti • culturando, esplorando, itinerando, UsaNo CommentsRead More »

    Diciamo che ora capisco come mai molti viaggiatori vanno a fare il Natale al caldo…per una che odia il freddo come me, direi che una parentesi al sole di Miami è stato un vero toccasana, una ricarica per l’inverno. Miami è una città che mi ha piacevolmente stupito…oltre al sole, costruzioni supermoderne e macchine di lusso c’è molto altro. Ovviamente la prima destinazione da visitare è Miami Beach, soprattutto nella sua parte meridionale denominata South Beach. Qui troverete l’interessante quartiere Art Decò: un susseguirsi di hotel costruiti negli anni ’30, dal design inconfondibile e dai colori accesi…vi sembrerà di stare in un film! Ovviamente qui non vi dovrete perdere una passeggiata lungo la spiaggia e perché no, anche un tuffo in mare!  Lasciata Miami Beach ci dirigiamo alla downtown, con il suo Bayfront Park affacciato sul mare, con hotel di lusso e grattacieli che si rispecchiano nelle acque sottostanti. Se volete vedere la città da una prospettiva diversa, potrete utilizzare (gratis) la metromover, ovvero una navetta monorotaia sopraelevata che serve le tre aree di Downtown, Brickell e Omni e che si snoda fra i palazzi. Lasciamo i grattacieli e ci dirigiamo a Wynwood, zona famosa per i suoi murales. Qui infatti potrete visitare The Wynwood Walls : opere a cielo aperto in grado di stupirvi per i loro disegni e colori vivaci. Prendetevi un po’ di tempo per passeggiare con il

  • I PROFUMI E I COLORI DELLA PROVENZA

    Mag 30, 14 • PolePole • esplorando, Europa, Francia, itinerando, naturandoNo CommentsRead More »

    Se state programmando un itinerario non lontano dall’Italia vi consigliamo assolutamente di visitare la bellissima regione della Provenza, nel sud della Francia. Tra l’inizio della primavera fino all’autunno inoltrato conserva un fascino unico regalando ai propri visitatori dei panorami mozzafiato. Ogni mese offre i suoi colori e i suoi segreti. Da maggio ad agosto è possibile ammirare la Provenza in tutto il suo splendore, ma forse il mese che cattura maggiormente l’attenzione è luglio, quando il paesaggio si colora di tutte le sfumature di viola per la fioritura della lavanda. In questa occasione molti paesi celebrano feste e sagre locali. Tra le varie località da non perdere citiamo Grasse, città medioevale situata in una posizione privilegiata della Costa Azzurra, tra piccoli villaggi arroccati. Essa viene chiamata la capitale mondiale dei profumi, infatti le sue colline si colorano di gelsomini, giacinti, rose, violette ed aranceti. Apt, cittadina antica dal fascino provenzale profondamente legata alla terra e alla vocazione agricola. Ogni sabato si tiene un mercato locale dove fra i banchi esaltano i colori e i profumi della Provenza, fra ciliegie, grappoli d’uva, mazzi di lavanda, e frutta candita. Il borgo di Roussillon, in cui il tempo sembra si sia fermato, è uno dei più affascinanti della regione. Le case e l’ambiente si confondono grazie alle tante sfumature rossastre e ocra della terra, creando un tripudio di colori. Il suggestivo villaggio arroccato

  • DANIMARCA, TERRA DI FIABE

    Apr 29, 14 • PolePole • Danimarca, esplorando, Europa, itinerandoNo CommentsRead More »

    La Danimarca è un Paese ricco di bellezze naturali e culturali. Oltre alla capitale Copenhagen, ci sono tante piccole città davvero suggestive, dove ci si ritrova avvolti da un’atmosfera antica e talvolta magica: proprio per questo viene definita il Paese delle fiabe. Durante un viaggio in Danimarca non può mancare una visita all’isola centrale di Fyn con le sue fattorie immerse nel verde, le case bianche e nere dai tetti in paglia, i castelli antichi e le scogliere a picco sul mare. Inoltre sempre a Fyn non si può perdere la visita a Odense, capoluogo della Fionia, conosciuta come la città delle fiabe. Odense fu la città natale di Hans Andersen, che proprio qui si ispirò per i suoi racconti.  Su quest’isola poi non si può tralasciare il Castello di Egeskov, un capolavoro dell’architettura rinascimentale danese; la cittadina costiera di Faaborg, con il suo piccolo centro storico colorato; e l’isola di Ærø, nell’estremo sud di Fyn. Sull’isola di Jutland invece non dovete perdervi Billund, dove si trova il particolare parco tematico Legoland e le vicine città di Fredericia e  Aarhus dove ci si può immergere nella Danimarca più caratteristica e tipica. Quest’ultima, inoltre, nonostante sia una delle località più antiche del Paese è abitata da moltissimi giovani, e ciò la rende anche una delle città più felici. Nelle sue vicinanze si consiglia di dedicare un po’ di tempo alla visita

  • IN BRASILE FRA LAGUNE AZZURRE E DUNE BUGGY

    Feb 24, 14 • Shanti • Brasile, esplorando, itinerando, naturando, Sri LankaNo CommentsRead More »

    In vista dei mondiali di calcio in Brasile, ecco un particolare itinerario per scoprire la bellissima costa Nord orientale del Paese… dedicato ai fortunati che si recheranno nella terra carioca per tifare la nostra Nazionale e non solo! Arrivati a Fortaleza, si parte in 4×4 direzione del villaggio di Prea, nel parco nazionale di Jericocoara, immerso fra dune di sabbia bianca. Qui vi potrete divertire ad esplorare le bellissime spiagge  del parco a bordo dei caratteristici dune buggy oppure cavalcare le onde sul vostro surf. Dopo un po’ di relax, si riprende il tragitto verso il Delta del Parnaiba per visitare l’antica città coloniale di Parnaiba e navigare in barca a motore fino a Ilha das Canarias, immersa fra le mangrovie. Sempre in 4×4 eccoci alla vera e propria “chicca” del viaggio: il  Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses. Una distesa che intervalla lagune dal color azzurro a dune di sabbia bianca, con la bellissime Lagoa Verde e le celebri Lagoas Azul e Bonita. L’ultimo tragitto in fuoristrada, passando dal villaggio di Barreirinhas, vi conduce infine alla città coloniale di São Luis do Maranhão, con le antiche dimore dai colori pastello. Passeggiate senza meta fra le strade del suo centro storico, riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Boa viagem!!

un blog per raccontare un mondo di curiosità tra popoli, culture e paesaggi, dedicato a chi ama viaggiare.

↓ More ↓