Archivio - Categoria ‘Argentina’

  • ALTIPIANI ANDINI PARTE PRIMA: ARGENTINA

    Lug 8, 16 • Shanti • Argentina, celebrando, culturando, esplorandoNo CommentsRead More »

      Il periodo migliore per visitare la zona degli altipiani andini di Argentina, Bolivia e Cile è sicuramente l’inverno australe. Non c’è possibilità di trovare piogge, i cieli sono limpidi e l’aria pulita…l’unico tasto dolente è il freddo che, a 4000 metri di altitudine si fa sentire. Non preoccupatevi, le basse temperature però verranno ripagate appieno dalla bellezza degli scenari, a dir poco unici. Il mio ultimo viaggio alla scoperta degli altipiani dell’America Latina parte dall’Argentina (qui la zona degli altipiani si chiama Puna), nella zona che fa parte del NOA (Nord Oeste). Di gran lunga meno nota della Patagonia, anche il Nord Ovest è in grado di offrire moltissimi spunti di interesse: qui non solo l’aspetto naturalistico ha il suo perché, ma anche quello culturale ed etnografico non è da meno. Prima di tutto da non perdere la visita alla “linda” Salta, cittadina coloniale con la sua bella piazza, il convento di San Bernardo e il MAAM (Museo Archeologico di Alta Montagna), dove sono presenti le mummie di tre bambini Inca conservatesi nel ghiaccio dal XV sec.  Lasciata Salta si inizia a salire verso nord per raggiungere la provincia di Jujuy: scenari spettacolari che ricordano il far west, con cactus (qui chiamati cardones), terra rossa e canyon. Bellissimi sono il Cerro de Siete Colores, nella Quebrada di Purmamarca oppure il Cerro dell’Hornocal, nella Quebrada di Humahuaca: montagne che sembrano letteralmente dipinte!

  • La Patagonia perduta di Sepulveda!

    Mag 6, 13 • PolePole • America del Sud, Argentina, culturandoNo CommentsRead More »
    El Calafate

    Poco fa ho appena terminato il libro “Ultime notizie dal Sud” di Luis Sepulveda, uno dei miei scrittori preferiti dato che sono appassionata di America Latina. Si tratta di una serie di racconti che ci portano nelle lande desolate della Patagonia, fra uomini e donne che vivono un legame profondo con questa Terra ma che si trovano inesorabilmente di fronte al suo cambiamento per opera della modernizzazione. Se volete partire da Buenos Aires, toccando El Maitén, San Carlos de Bariloche, le province di Rio Negro e poi giù giù fino alla Terra del Fuoco, vi consiglio di leggere questo libro….il tutto magari sorseggiando un po’ di mate o mangiando un dulce de leche. Stando comodi in poltrona potete farvi un viaggetto in Patagonia, una Terra che evoca fascino al solo nome, ritratta da tanti scrittori del calibro di Chatwin o Soriano. E se poi desiderate vederla dal vivo capirete come mai tanti artisti ne parlano! Il periodo migliore, che va da fine ottobre ad aprile, vi permette di vederla nella primavera/estate australe. Se vi avanza del tempo, oltre alle mete imperdibili come Calafate, Puerto Madryn, Torres del Payne e Ushuaia, vi direi di visitare la Cuevas de las Manos, percorrere un tratto della mitica Ruta 40 o attraversare le acque dello Stretto di Magellano. Che dire, emozioni della fine del Mondo!

un blog per raccontare un mondo di curiosità tra popoli, culture e paesaggi, dedicato a chi ama viaggiare.

↓ More ↓