Archivio - Categoria ‘America centrale’

  • VISITA AL MUSEO CON PINNE, MASCHERA E BOCCAGLIO

    Nov 29, 13 • PolePole • esplorando, itinerando, Messico, naturando, Sri LankaNo CommentsRead More »

    Siete amanti dello snorkeling? Non vi resta che fare le valige e partire alla volta del Messico, la Terra dei Maya. Qui, nei pressi di Isla Mujeres, isola situata nello stato dello Yucatan, di fronte a Cancun, si trova l’unico Museo Subacqueo del Mondo. Si tratta di 460 statue che raffigurano uomini a grandezza naturale, rappresentando ogni genere di situazione. Il progetto, realizzato dall’artista inglese Jason de Caires Taylor insieme a due studiosi del National Marine Park e della Cancun Nautical Association, è iniziato nel 2009 con l’intento di salvaguardare la barriera corallina. Infatti questo museo permette ai migliaia di visitatori che raggiungono Isla Mujeres di spostare l’attenzione su questa mostra che funge da barriera corallina artificiale, visitando meno quella reale. Una trovata geniale che ha reso la destinazione un luogo unico al mondo. Le visite si possono effettuare praticando snorkeling, immersioni o per chi non se la sentisse, a bordo di imbarcazioni con fondo trasparente. Le statue sono state costruite con un materiale anti-corrosivo e con uno speciale PH neutro che permette loro di integrarsi insieme ai coralli artificiali con l’ecosistema locale. Una vera e propria interazione tra arte e natura. Dopo esservi immersi in questa suggestiva mostra subacquea, e siete desiderosi di scoprire le altre meraviglie del Messico, non potete perdervi un bagno nei misteriosi cenotes. Nello stato del Quintana Roo, nella penisola dello Yucatan, ne esistono più di

  • A CHICHICASTENANGO PER LA FIESTA DE SANTO TOMÁS

    Chichicastenango, il cui nome sembra uno scioglilingua, è una cittadina del Guatemala che è famosa in tutto il Mondo per il suo coloratissimo mercato indigeno. Qui, il giovedì e la domenica, gli abitanti scendono dai villaggi più remoti della Cordillera per vendere i propri manufatti, in un vero e proprio tripudio di colori. Chichicastenango però non viene ricordata solo per il suo caratteristico e unico bazaar, ma anche per la spettacolare Fiesta de Santo Tomás che si tiene ogni anno dal 13 al 21 dicembre in onore del patrono. Per una settimana la città è percorsa da sfilate in abiti tradizionali, danze, fuochi d’artificio e processioni religiose che mescolano le antiche tradizioni Maya con la spiritualità cattolica, in un sincretismo davvero singolare. Il culmine si raggiunge il 21 dicembre, giorno di S.Tommaso, quando nella piazza di fronte alla chiesa di S. Tomás ha luogo la manifestazione del Palo Volador. Secondo questa antica usanza, che ha radici pre-ispaniche, viene issato un palo alto circa 30 metri che è poi scalato da due coppie di acrobati. Questi ultimi, legati ad esso con delle corde, si librano poi nell’aria effettuando giri sempre più veloci. Il tutto accompagnati dalla musica e dagli applausi del pubblico estasiato. Dato che dicembre è la stagione ideale per visitare il Guatemala, perché non pensare di trascorrere le proprie vacanze natalizie alla scoperta di questa fantastica Terra? Oltre a

  • Coco taxi cubano

    Mag 15, 13 • Shanti • America centrale, Cuba, itinerandoNo CommentsRead More »
    Coco Taxi Cuba

    Sicuramente dal mio viaggio a Cuba porto tantissimi ricordi: i sorrisi delle persone, la musica che aleggia per le strade, le cittadine coloniali e il mare da favola. Tutto questo e molto altro mi hanno accompagnata nella Isla Grande dove vorrei, a breve, ritornare. Scorrendo le foto non posso che sorridere al ricordo dei mille aneddoti da raccontare. Primo fra tutti il tragitto in Coco Taxi, una sorta di auto rickshaw dall’insolita forma a cocco e dal colore giallo canarino. Giusto per non farsi mancare nulla decido di provarlo su una tratta non troppo breve: circa 15 km da Playa Ancon alla bellissima Trinidad a bordo di questo buffo mezzo di locomozione, ad una velocità che sfiorava i 20km all’ora. Dico “sfiorava”, perché durante il tragitto ho visto il nostro silenzioso conducente in seria difficoltà, tanto che pensavo di dover scendere a spingerlo in mezzo alla strada statale. Sicuramente è stata davvero un’esperienza simpatica: magari siate più furbi di me, optate per l’utilizzo del coco taxi per tragitti più brevi!

  • Aeroporti insoliti alle Antille

    Mag 15, 13 • PolePole • America centrale, Antille, itinerandoNo CommentsRead More »

    Leggendo su internet un articolo sugli aeroporti più pazzi del mondo mi è tornata alla mente l’esperienza pazzesca che ho provato osservando un aereo 747 in partenza dalla pista di St Marteen, nella Antille olandesi. La sua vicinanza con la spiaggia limitrofa fa si che l’aereo in fase di decollo, al rombo dei motori, alza un’incredibile nuvola di sabbia: avviso ai bagnanti, meglio stare alla larga! Questa piccola isola è divisa in due stati, quello francese con la pittoresca capitale Marigot, e quello olandese con la coloniale Philipsburg. La zona francese è più tranquilla e caratterizzata da negozi, ristoranti e da un meraviglioso mercato dove si trova frutta tropicale, vari tipi di spezie, noci di cocco e patate dolci. Mai mangiata della frutta cosi buona! Mentre la parte olandese è  quella più vivace, con numerosissimi casinò aperti giorno e notte. A breve distanza in battello, ho raggiunto le meravigliose isole di Anguilla e San Barthelemy. In quest’ultima a bordo di un motorino ho scorrazzato per l’isola alla ricerca degli angoli più nascosti di questo paradiso terrestre. Arrivata sulla cima di una collina, ho notato che anche qui vi è un particolarissimo aeroporto, la cui pista, che inizia ai piedi del colle, è davvero molto corta! Bè, a questo punto non vi resta che partire per questi luoghi idilliaci, provando un po’ di brio in fase di atterraggio e decollo!!

un blog per raccontare un mondo di curiosità tra popoli, culture e paesaggi, dedicato a chi ama viaggiare.

↓ More ↓